Il sito dei ricci
Recupero spinosi 2017-18 - Versione stampabile

+- Il sito dei ricci (http://hedgehogs.altervista.org/forum)
+-- Forum: Discussioni sui ricci (/forumdisplay.php?fid=9)
+--- Forum: Riccio europeo (/forumdisplay.php?fid=10)
+--- Discussione: Recupero spinosi 2017-18 (/showthread.php?tid=5389)

Pagine: 1 2 3


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 19-05-2018 09:45 PM

A me e Fabia spiace tantissimo non esser assiduamente presenti sul forum, ma la nostra tribù riccesca e le esigenze delle nostre vite quotidiane ci hanno costretto a delle scelte.

Dall'ultimo aggiornamento sono successe tante cose.
Di buono c'è che abbiamo risolto il problema dei topi - almeno all'interno dei recinti - grazie ai dissuasori ad ultrasuoni (bastava attendere qualche giorno in più per apprezzare i loro effetti) e sicuramente grazie alla frequentazione di donnole. Purtroppo nella nostra zona sono aumentatie le Proprietà che allevano galline e conigli e queste pratiche attirano i topi e da ultimo l'inverno mite ha favorito anzichè ostacolare la proliferazione dei topi. Tant'è che quest'anno tutti i ricci li rilasceremo nel giardino condominiale, sia perchè i recuperati di questa annata sono praticamente tutti ricci cittadini, sia perchè i movimenti riccesci su al terreno si sono molto rarefatti e secondo la nostra personalissima percezione ciò non è un buon segnale.

Nell'ultimo mese e mezzo di quattro spinosi extra usciti dal letargo malconci e denutriti, ne abbiamo persi tre. L'unico che si è salvato e che erroneamente ritenevamo esser Polito (in realtà era una femminuccia) è stato liberato una quindicina di giorni fa.

Dal 10 maggio Fufi (800 gr.) è rientrata in natura; dopo 48 ore di permanenza nella casetta-tana ha deciso di spiccare il volo. Un paio di sera fa la Fabia l'ha rivista perfettamente a suo agio e sempre nelle vicinanze del nostro condominio.
Sempre in quella data avremmo voluto rilasciare pure Wolf ma siccome non conserva e non stabilizza il suo peso la stiamo ancora trattenendo in recinto e sottoposta a trattamento antivermifugo standard. Proprio oggi abbiamo scoperto che Wolf è femmina, quindi prontamente rinominata Wolfina (566 gr.). Per questa spinosa - visto che deve rimanere in recinto ancora per un po' - abbiamo previsto un compito molto importante di cui parlo più avanti.
Nello stallo liberato da Fufi è rientrata Guazzina (752 gr.): in questo secondo tentativo di reinserimentosta procedendo tutto bene tanto che durante la settimana entrante prevediamo di liberarla.

Così entrerà in recinto Pi (1405 gr)... il cocco di mamma Fabia!!!!
Pi è l'antiriccio per eccellenza, un gigione incredibile Icon_neutral terribilmente obeso (ed è il problema minore...), che non sa cosa significhi chiudersi, che urla appena avverte la presenza di qualcuno, che non sa costruirsi una tana, che ignora cosa significhi nascondersi o diffidare... l'unico riccio che si coccola la Fabia correndole su per le braccia, leccandosela e giocando con i suoi capelli o stando guancia contro guancia Icon_rolleyes
Pi entrerà in recinto e si farà due tre giorni da solo, dopo di che apriremo il varco che lo separa da Wolfina e questi due spinosi rimarranno in comunicazione. La nostra aspirazione è che Wolfina riesca ad insegnare a Pi che lui è un riccio e che si deve comportare in una determinata maniera. Abbiamo necessità che Pi scopra che il mondo "non è Fabia", ma ben altro. D'altra parte Wolfina ci sembra la candidata perfetta per insegnare qualcosa di utile a Pi. Qualche giorno fa infatti ci ho impiegato 10-15 minuti per trovare Wolfina nel recinto: in tanti anni che assisto ricci non ho mai visto una roba del genere... Dopo ripetuti controlli su tutto il recinto mi sono concentrato sul settore di Wolfina e a forza di escludere luoghi e nascondigli mi era rimasto solo di estirpare un grosso ciuffo di erba incastrato fra più rami di un arbusto. Mio malgrado ho estirpato questo ciuffo e avutolo per le mani ho pensato di aver fatto una emerita cavolata... già c'è poca erba... se poi la strappo anche... ma visto che il danno era fatto, che il riccio non si trovava, allora smembriamo pure questo ciuffo ! Avete presente il baco da sete che si chiude nel suo bozzolo ? La stessa cosa... mi è caduta l'intera dentiera... smembrando il ciuffo d'erba all'interno ci ho trovato Wolfina.
Chi se non lei ci potrà mai raddrizzare Pi ??? E se non ce lo raddrizza Wolfina, Pi diventerà un problema perchè con i comportamenti manifestati fino ad ora non è un riccio liberabile.


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 31-05-2018 01:22 AM

Quando Fabia è salita su al recinto a prelevare Guazzina per trasferirla nel giardino condominiale per ridarle la libertà, ha scoperto che l'intraprendente spinosetta aveva già autonomamente provveduto Icon_rolleyes La signorina infatti ha evidenziato una minima falla nel recinto che le ha anticipato la sua libertà. Guazzina se la ride e se la corre su al terreno dalla notte del 25 maggio scorso !
... ed allora "hasta la vista" e "vaja con dios"!

Fatte le necessarie riparazioni al recinto - ma non è che ci fosse chissà qual varco - quel settore è diventato da ieri la nuova residenza di Pi.
Pi è un proselito dell'autosputo: dopo 10 minuti di recinto, infatti... Ieri sembrava molto incuriosito dalle tante novità. Oggi è salita al recinto Fabia e mi riferisce di un riccio più imbronciato. Senza aver visto nulla, credo che questo riccio sia di fronte a tante novità: ha scoperto l'erba, il terreno, ma anche i rumori del giorno e della notte. Forse troppa roba, ma era inevitabile che presto o tardi questo passaggio - come tanti altri a venire - si imponesse.
Ritengo che Pi & Fabia me ne faranno vedere delle belle...
Per chi non ricordasse o non sapesse, rammento che questo riccio all'apertura degli occhi ha visto Fabia ed è cresciuto confinato in una vasca, con Fabia quale unico suo riferimento riconosciuto e rassicurante: per la prima volta ieri ha scoperto che esiste un altro mondo, un mondo che non prevede la presenza della Fabia.


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 07-06-2018 01:12 AM

Tanto è accaduto nell'ultima settimana.

Per Wolfina s'è messo la retromarcia. 445 gr al 2 giugno e altro non ci è rimasto che riportarcela a casa per mantenerla sotto stretta sorveglianza. la fetente s'è fatta tre pasti in 48 ore ed ecco che d'incanto (si fa per dire...) la spinosa ha fermato la bilancia a 538 gr.
La situazione è già chiara: nessun problema di parassitosi o di altra natura; semplicemente è una spinosa tintimbriga, insomma una gran sfaticata che mangia solo se il pasto è comodo e servito nel vassoio d'argento. Per lei le opzioni "arrangiarsi" "cercare" e "cacciare" proprio non esistono. Per il momento la tratteniamo ancora affinchè si rimetta in carne, ma alla prima occasione finirà nuovamente in recinto di fianco al settore di Pi: ora a maggior ragione Pi e Wolfina hanno da imparare vicendevolmente qualcosa una dall'altro.

Il 2 giugno è stato anche il giorno dell'accoglimento di 4 spinosi: Mamy (976 gr.), Papy (1.038 gr), e le loro figliolette Eta (474 gr:) e Beta (362 gr.). Io e Fabia - terribilmente inguaiati ed impossibilitati a muoverci - siamo enormemente dispiaciuti della limitatissima disponibilità data a Monica tanto che lei si è dovuta allungare fin qui da noi per consegnarci questi bellissimi ricci: considerate le condizioni insolite e pericolosissime ha fatto un gran bel lavoro ed almeno i complimenti pubblici le vanno riconosciuti.
Se capiterà un'altra occasione d'incontro dovrà esser senza fretta, perchè abbiamo incontrato una famiglia veramente cordiale e disponibile e con l'occasione li abbracciamo nuovamente tutti.
Come avevamo già anticipato a Monica, Mamy ieri è stata separata dalle due cucciole perchè già si vedevano pericolosi segni di insofferenza di Mamy verso Eta. Le due sorelle invece rimarranno ancora insieme perchè si fanno una bella e giocosa compagnia. Confermiamo le indicazioni di Monica su Papy: è proprio un ciondolone... Comunque tutti e quattro mangiano che è un piacere.

Su al recinto questa sera abbiamo appurato che Jey (1.112 gr.) è pronto per il rilascio. Attendiamo la finestra favorevole del week end perchè prima sappiamo di due giornate meteo con forti temporali previsti.

Pi (1.254 gr) naturalmente ancora obeso avrà tutto il tempo per attendere il ritorno in recinto di Wolfina. Pi è un riccio di grossa taglia (ha la testa grande come una arancia) ci ha nuovamente confermato che il recinto sa far miracoli. la metamorfosi di questo riccio è in pieno sviluppo. Ancora esce allo scoperto come sente arrivare qualcuno perchè vuol mangiare senza curarsi di alcun che, ancora se pur meno predilige la presenza della Fabia, ma le soffiate e le repentine fughe cominciano ad osservarsi più spesso. Si è infatti insinuato in lui la percezione del pericolo e quando lo avverte parte a razzo per una delle sue tane. le note dolenti riguardano proprio le tane: sono quelle approntate da noi e lui non si cura minimamente di personalizzarle, come di solito farebbe un qualunque riccio.
La miglior notizia da offrire su Pi è che questa sera per la prima volta una parte delle sue camole sono state disseminate sul terreno: ebbene in meno di un minuto lo spinoso si è avventato sulla strisciata rada di camole e con un metodico andarivieni se le è cacciate e divorate. Queste sono soddisfazioni immense, perchè adesso siamo veramente certi che questo riccio sarà liberabile. Bisogna solo attendere che smaltisca l'obesità, che impari a farsi una tana, e che scopra che il suo mondo non è la Fabia.

Al tramonto di questa sera nel terzo stallo del recinto è entrato Millyo (1.169 gr.). Teoricamente sarebbe già pronto al rilascio perchè gli standard richiesti sono già tutti rispettati; si tratta solo di verificare che i sui comportamenti siano in sintonia al mondo selvatico.


RE: Recupero spinosi 2017-18 - piperita patty - 08-06-2018 09:34 PM

ciao Albano e Fabia,
tanti complimenti per il grande lavoro fatto e buona continuazione con gli altri ricci ancora in attesa di essere presto liberati!
grazie di tenerci sempre aggiornati sui vostri ospiti!Icon_lol
ciao
Piperita Patty


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 10-06-2018 10:19 PM

Ieri Jey (1.153 gr.) è stato trasferito nel giardino condominiale per riavere la sua libertà. Questo riccio molto indipendente ed intraprendente nel dubbio che cambiassimo idea (non saprei cosa altro pensare) non è stato mica tanto amletico: se l'è data praticamente a gambe senza neanche consumare il comodo pasto che era sistemato appena fuori dalla casetta-tana. Sistemato al tramonto ed alle 22,00 si era già fatto di nebbia.
Contento lui, contenti tutti! siamo certi che questo sarà uno spinoso che saprà farsi valere, comunque e sempre buona vita.

Oggi è entrato in recinto Rolet (1.103 gr.) . Riccio misterioso e riccio già in condizione perfetta per esser liberato; dovrebbe trattarsi di un reinserimento veloce, al punto che questo riccio potrebbe esser liberato insieme a Millyo che è già all'ultimo stadio delle verifiche di autosufficienza.
Pi comincia a trattar male anche la Fabia: al solito il recinto sa far miracoli. Samo certi che sa già cacciare forse fin troppo bene, che sa esser padrone del suo territorio, e che basta vederlo per comprendere che ancora tanto c'è da fare per smaltire la ciccia in eccesso. Non sappiamo come, ma è riuscito ancora a crescer nonostante noi gli si passi il minimo sindacale: meno di così dovremmo destinarlo alla cattiveria del digiuno, cosa che non faremo mai. Contiamo che come già accaduto per casi precedenti ci aiutino la calura e l'afa padana. comunque questo sfrontato bell'imbusto ieri ha fermato la bilancia a 1.560 gr. Icon_eekIcon_rolleyesIcon_rolleyes


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 16-06-2018 09:46 PM

Pi (1.560 gr.) nonostante il peso più che stabile sta facendo passi da gigante in merito alla sua silhuette: ovviamente la palla non è perfetta ma comincia ad assomigliare ad una palla Icon_mrgreen
Non si può raccontare di particolari progressi in merito a costruzione e personalizzazione della sua tana mentre posso confermare il suo spiccato istinto alla caccia, forse anche troppo spiccato e manifestato spesso fuori luogo. Ciè... sto riccio come sente arrivare qualcuno in recinto, a qualunque ora esce dalla tana e si mette a cacciare!!!

Anche Rolet (1.083 gr.) nel recinto ci sta a nozze tant'è che è pure cresciuto nella prima settimana di recinto. Come previsto, liberazione veloce che però subirà il ritardo di qualche giorno giusto per osservare la sua abilità alla caccia che in questo momento non è un comportamento verificabile. Purtroppo siamo in crisi nera di camole ed il nuovo rifornimento sarà disponibile solo fra 5 giorni.

Lo stesso problema tecnico (indisponibilità di camole) ci farà invece accelerare sulla liberazione di Millyo (1.197 gr.). Ha avuto il peso sempre in leggera crescita, usa tutto il recinto, caccia, non disdegna alcun tipo di cibo. E' proprio giunto il momento che si arrangi.
A causa di impegni personali precedentemente presi, riusciremo a liberarlo solo domani sera dopo il tramonto, ma sarà sicuramente liberato a qualunque ora della sera o della notte.
Anche lui finalmente riassaporerà il piacere della libertà Icon_lol


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 20-06-2018 10:00 PM

Sono a confermare che Millyo è libero già da tre giorni. Si è riempito la panza ed è sparito subito la notte stessa in cui è stato trasferito nel nostro giardino condomiale.

Da due giorni è entrato in recinto Effe (969 gr.) e due giorni sono stati sufficienti per constatare che i suoi comportamenti sono già identici a quelli degli altri due coinquilini.
I tre spinosi - Effe, Pi, Rolet - non denotano problemi di alimentazion, sono padroni del territorio a loro diasposizione e lo perlustrano per intero; resta solo da verificare la loro abilità alla caccia e finalmente domani arriverà il rifornimento che ci permetterà di completare il programma.
E' quasi certo che Rolet ed Effe saranno liberati insieme, mentre il povero Pi rimarrà ancora in recinto: un se po' liberà! Ancora ciccio è!


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 27-06-2018 08:03 PM

Il recinto ancora una volta ci dimostra della sua capacità di incidere e modificare le abitudini e le cattive abitudini acquisite da qualsiasi riccio, anche di Pi (1.460 gr.): questa è solo una buona notizia.
Siamo ancora obesi ma sulla giusta via complice la calura che comincia a farsi sentire. Abbiamo ancora da scoprire che il mondo è popolato da altri ricci, ma... ci siamo strappati tanta tantissima erba e ci siamo foderati l'intera tana personalizzandocela. Grande cacciatore di camole... ahimè anche di giorno subito dopo che sono state sparse. Però non accetta più di esser avvicinato, salta e sbuffa da far paura, è proprio selvatico.
C'è ancora qualche comportamento da sistemare ma ormai riteniamo che quando incontrerà la Wolfina gli ultimi dettagli andranno a posto: questi due spinosi hanno entrambi bisogno di imparare qualche cosina uno dall'altra e viceversa.

Domani sera per Effe (1007 gr.) e Rolet (972 gr.) sarà festa grossa: due palle perfette che verranno trasferite nel giardino condominiale e saranno libere di scorazzare ovunque desiderino.

Dopo domani nel tardo pomeriggio entreranno in recinto Mamy (1.171gr.) e Papy (1.194 gr.); l'attesa in vasca gli ha fatto prender ulteriore peso ma continuano ad avere delle palle perfette. Per questi due spinosi toscani che già conoscevano ed erano abituati agli ambienti naturali prevediamo una verifica piuttosto rapida delle loro capacità. Per altro questi due spinosi saranno liberati in una tenuta privata in aperta campagna appena al di fuori della nostra cittadina in un luogo con scarso traffico, dove i proprietari (sono fidati e li conosciamo) cercheranno di fidelizzare la presenza dei due spinosi senza mettere in atto alcuna forzatura ma solo rendendogli disponibile consone casette-tane ed assicurandogli sempre l'indispensabile alimentare funzionale ad una serena sopravvivenza.

Le sorelline Eta (682 gr.) e Beta (647 gr.) sono già belle che cresciute e continuano a farsi tanta compagnia; non le abbiamo separate perchè ci siamo accorti che effettivamente si cercano e stanno molto bene insieme. Resteranno insieme fino al loro reinserimento in natura.

Il rientro in casa ha giovato a Wolfina (661 gr.). E' una riccia di piccola taglia ma in un mese ha recuperato più di un etto ed ha cominciato ad accettare un menù più vario.


RE: Recupero spinosi 2017-18 - pesk - 29-06-2018 09:49 PM

Albano, che dire? Come sempre, avete fatto un grande, grandissimo lavoro! Icon_biggrin


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 08-07-2018 12:09 AM

(29-06-2018 09:49 PM)pesk Ha scritto:  Albano, che dire? Come sempre, avete fatto un grande, grandissimo lavoro! Icon_biggrin
Ehhh Pesk.... ormai per noi è routine, pesante routine, ma comunque routine!


Oggi visite molto interessate e sorprendenti al recinto.
Otto giorni di recinto si sono dimostrati più che sufficienti per verificare la reale ed effettiva autonomia di Mamy (1.114 gr.) e Papy (1.170 gr.). Non erano sotto esame le loro condizioni - sempre ottimali - ma la loro reattività a riprendere autonomamente la vita selvatica. Ebbene, nessun problema evidenziato e pesi più che nella norma per la prima settimana di permanenza.
Come già anticipato, a breve contatteremo il privato per concordare il trasferimento della coppia puntuta nella sua proprietà.

A dirla tutta è stata una settimana molto tribolata per un altro problema inaspettatamente insorto all'introduzione in recinto di Mamy: ce la siamo ritrovata con degli altri cuccioli, almeno quattro Icon_eekIcon_eek il che ci ha costretto a conciliare le esigenze della calendarizzazione dei reinserimenti con quelle di dover crescere dei cuccioli inattesi.
Essendo già in recinto e tenuto conto dei tanti cambiamenti in un breve periodo subiti da Mamy, ci siamo limitati a lasciarla in recinto con le massime coperture e non l'abbiamo più disturbata. Viveri, vitamine ed acqua in abbondanza da subito e per sempre; poi nelle prime 48 ore abbiamo pregato di non trovare tracce di sangue.
Non le abbiamo trovate nè nelle prime 48 ore nè mai, ma io salendo giornalmente al recinto ho sempre notato un quotidiano rimescolo dei materiali a disposizione (striscie di giornali e paglia in quantità industriali) ed una casetta in cartone progressivamente sempre più vandalizzata.
Oggi pomeriggio, complice la Mamy che si è fatta vedere in una seconda tana (casetta in legno sistemata all'aperto sotto ad un ampio cespuglio), ci siamo fatti coraggio per constatare quale fosse la reale situazione.
Ebbene... Mamy era da sola. A quel punto abbiamo controllato ogni angolo del settore del recinto a lei riservato e poi siamo passati al minuzioso controllo di tutti i materiali a disposizione di Mamy: non un sol elemento macchiato di sangue e nessuna traccia dei cuccioli Icon_confused
E' nostra coinvinzione che Mamy non abbia soppresso i cuccioli, ma che questi siano diventati prede per altri piccoli selvatici che sono riusciti ad intrufolarsi all'interno del recinto. Solo così si riesce a spiegare lo sbrindellamento e la devastazione che abbiamo constatato nella originaria tana dove Mamy invece aveva pedisposto una ordinata montagna di materiali sotto alla quale si era sistemata con i cuccioli.
Dispiace tanto e comunque sia andata rimane solo la ineluttabile realtà che ci dice che quei cuccioli non ci sono più Icon_cry

Pi (1.364 gr) mostra ancora segni di obesità quindi ... D'altra parte situazione ampliamente prevista e messa in conto.
Così come l'arrivo dell'anticiclone africano si sta mostrando il nostro miglior alleato per far migliorare il suo stato fisico: con la calura sopraggiunta ha perso un etto nell'ultima settimana e speriamo allora che la calura duri ancora!

Nella settimana entrante, appena sistemati definitivamente Mamy e Papy, i due settori che rimarranno liberi nel recinto saranno prontamente occupati dagli ultimi nostri spinosi da reinserire: le inseparabili sorelle Eta e Beta insieme in un settore , mentre nell'altro si proverà per la seconda volta con Wolfina.


Proprio questa sera e poco fa Fabia mi riferisce di aver reincontrato Fufi (liberato lo scorso 10 maggio): bello paffuto ed in ottimo stato Icon_biggrin


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 17-07-2018 11:44 PM

Già da quattro sere Mamy e Papy hanno riassaporato il piacere della piena libertà... molto piena! Si sono immediatamente volatilizzati durante la prima nottata andando ad esplorare i campi aperti adiacenti alla tenuta privata ma non disperiasmo di aver notizie del loro avvuistamento nei prossimi gioeni perchè la location a loro predisposta è molto attraente e comoda sia come ospitality sia come disponibilità di cibo. Non resta che attendere.
Comunque chiunque decida di percorrere l'A14 con direzione Rimini sappia che oltrepassato di un chilometro la fine della tangenziale di Bologna può rivlgere il suo sguardo alla sua destra e lanciare un simbolico "Ciao!" a Mamy e Papy: loro stanno pestando quelle terre lì a circa 1000-1500 metri dall'autostrada.

Si volta pagina. quest'anno per l'ultima volta: casa e garage sono senza ricci.
Infatti dal 14 luglio anche gli ultimi spinosi sono sistemati in recinto. Un settore è stato occupato dalle sorelle Eta (815 gr.) e Beta (728 gr.) e nell'altro vi è ritornata Wolfina (661 gr.) una riccia veramente mignon.
Spettacolare l'ingresso in recinto e relativa presa di possesso del territorio delle sue sorelle. Eta dopo 30 secondi era fuori dalla tana e dopo altri 30 secondi era già ribaltata ed impegnata in autosputi a raffica beta ci ha messo ben un minuto per uscire dalla tana, è rimasta più composta ma ha perlustrato più territorio. Dopo una mezz'oretta erano già rintanate in tana (logico visto che era pomeriggio). nei giorni successivi abbiano visto comunque che sono due riccie molto affiatate anche in recinto e con le teste sempre insieme.

Di Pi c'è ben poco da dire: non sappiamo dove e come abbia trovato il sostentamento per prendere peso durante una settimana "molto africana": il 14/7 1.520 gr.!!! La sontuosità di questo riccio non è neppure da metter in discussione, mentre la sua palla resta sempre in un limbo: Pi non è più obeso ma non è neanche un modello ideale di siluette...
E' diventato perfettamente autonomo, ha imparato ad accudire con scrupolo ed iniziativa la sua tana, e - verificato in real time - è un veloce e provetto cacciatore


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Peu - crazy ducks s.c. - 18-07-2018 12:20 AM

Ciao Albano, cosa significa quando dici che Pierino (Pi) fischia??


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 19-07-2018 08:43 PM

E' un modo soprattutto tipico dei ricci piccolini per richiamare l'attenzione o per segnalare un loro stato di disagio: lo fanno appunto emettendo un breve e secco fischio lungo non più di uno o due secondi.
A seguire poi può accadere che il cucciolo cresciuto e nel frattempo diventato adulto, vada poi a sostituire il fischio con l'urlo: io e Fabia tra i nostri trascorsi di assistenza annoveriamo un riccio adulto che spessissimo tra le 3 e le 5 della notte urlava perchè non voleva rimanere in un ambiente da solo; e continuava ad urlare fino a che non lo trasferivamo nella nostra camera...


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 23-07-2018 09:57 PM

Novità e numeri di ieri.

Finalmente e nonostante il suo peso Pi (1332 gr.) fa una buona palla.
Wolfina (700 gr.) questa volta anche nel recinto ha trovato pace ed un suo giusto equilibrio tant'è che è riuscita a prendere peso nella prima settimana di recinto
Le due sorelle Eta (900 gr.) e Beta (868 gr.) che non sapevano cosa fosse un filo d'erba o una zolla di terra, non aspettavano altro! Nel recinto sono e stanno a nozze. Anche loro due hanno preso peso nella prima settimana di recinto.

Tutti gli spinosi sarebbero immediatamente liberabili... ma preferiamo attendere un'altra settimana per vari motivi.
Pi e Wolfina da ieri possono interagire fra loro, ed infatti oggi li ho trovati vicini vicini: lei si è trasferita da lui. Dal caos riscontrato oggi, sicuramente si sono rincorsi in entrambi i settori a loro riservati, ma vanno d'accordo visto che nessuno dei due presenta ferite. Ora speriamo che la vicinanza e la simpatia contribuiscano ad insegnare ad ognuno dei due spinosi quello che ancora non sanno (o non hanno capito). Pi deve imparare da Wolfina che ci sono altri ricci e che bisogna esser più cauti e guardinghi; Wolfina invece da Pi deve imparare ad allargare il suo spettro alimentare.
Per le sorelle Eta e Beta la seconda settimana di recinto servirà per verificare la tenuta del loro peso perchè nella prima settimana - causa meteo avverso - le camole sono state sparse per il recinto in misura minima. Abbiamo già verificato la loro capacità a cacciare ma non la tenuta del peso su più giorni con camole appunto sempre sparse in recinto.
E poi... non si possono liberar ricci dopo soli 7 giorni di recinto.


RE: Recupero spinosi 2017-18 - Albano - 02-08-2018 12:29 AM

Anche quest'anno siamo riusciti a completare il porogramma dei reinsermenti in natura.
Cinque giorni fa effettuate le ultime verifiche - per altro positive - sugli spinosi: pesi conservati e rispettive autosufficienze acquisite.
Così quattro giorni fa una bella liberazione "di massa" concretizzatasi all'imbrunire: così anche Eta (885 gr.), Beta (858 gr.), Wolfina (699 gr.) ed il per noi mitico Pi (1.391 gr.) hanno liberamente preso possesso dell'intero mondo.
Chi subito, chi più tardi, tutti comunque hanno spiccato il volo, tanto che all'indomani tutte le casette sistemate nel giardino condominiale erano vuote ed abbandonate. Nelle sere successive Fabia ha poi verificato che dei quattro spinosi la Wolfina è diventata una residente stabile del giardino stesso, proprio sotto al nostro appartamento dove ha scelto dimora nascondendosi in una macchia di edera insieme ad altri spinosi.
Buona vita anche a questi quattro spinosi ed un pensiero particolare a Wolfina ed a Pi: con motivazioni diverse e quasi opposte nutrivamo seri dubbi sulla possibilità di riuscire a reinserire questi due spinosi, ma al solito le dinamiche della Natura ci hanno smentito... Meglio così !


Però a questo punto è doveroso segnalare che per vari motivi (personali, di lavoro, logistici) dichiariamo l'inizio di un anno sabbatico durante il quale assicureremo la giusta costante e dovuta assistenza unicamente al solo e mitico riccio cieco Mordicchio.
Scelta sofferta, difficile e dolorosa... ma non possiamo fare altrimenti.
Scelta maturata anche per necessità logistiche: i nostri recinti sono sotto continuo ed ininterroto utilizzo da troppi anni. Pertanto abbiamo bisogno di un anno buco affinchè i recinti possano riprendersi e rigenerarsi così che l'assenza al loro interno di vita e cibo, scoraggi anche la frequentazione di più ospiti indesiderati, specie se l'inverno prossimo sarà nuovamente mite. Abbiamo infatti constatato che a fronte di inverni brevi e non rigidi poi alla primavera successiva le complicanze che si presentano non sono mai di facile soluzione...
Proprio per le suddette esigenze anche Mordicchio in prossimità del naturale peggioramento del meteo abbandonerà il suo recinto adeguandosi obbligatoriamente a trascorrere il prossimo inverno all'interno del nostro appartamento. Dispiace scombussolargli le sue abitudini ed i suoi consolidati equilibri, ma abbiamo veramente bisogno di un inverno coi recinti abbandonati a sè stessi e soprattutto vuoti.