Rispondi 
 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Naturalmente... ho trovato un riccio
06-02-2009, 11:08 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 06-04-2009 03:10 PM da Alessandro.)
Messaggio: #1
Big Grin Naturalmente... ho trovato un riccio
CIAO A TUTTI, MI CHIAMO SILVIA E ABITO SUI COLLI BOLOGNESI....DA CIRCA UNA SETTIMANA OSPITO UN RICCIO NELLA MIA CASA...L'HO TROVATO UNA SERA DI PIOGGIA E FREDDO IN GIARDINO E DOPO UN PO' DI PERPLESSITA' ME LO SONO PORTATO DENTRO. E' PICCOLO, PESAVA 2 ETTI E VENTI GRAMMI (UNA SETTIMANA FA)....IL MATTINO DOPO HO CHIAMATO SUBITO LA VETERINARIA E MI HA DATO QUALCHE CONSIGLIO....IL RICCIO NON E' DEBILITATO, E' VIVACISSIMO E MANGIA CON GUSTO TUTTO QUELLO CHE GLI DO, CIOE': MELA, PERA, BANANA, SCATOLETTE DI ALTA QUALITA' PER I CUCCIOLI DI GATTO, CROCCHETTE PER I CUCCIOLI DI GATTO, UOVO STRAPAZZATO, POLLO, MANZO,CAROTA E ZUCCHINA LESSATE. LA VETERINARIA MI HA DETTO DI TENERLO IN UN POSTO TRANQUILLO, PREFERIBILMENTE NON RISCALDATO, DI MODO DA MANTENERE UNA PARVENZA DI SEMI LETARGO...HO VISTO UNA PULCE, MA NON SONO RIUSCITA A TOGLIERLA E GLI HO TOLTO UNA ZECCA....UN'ALTRA SE L'E' TOLTA DA SOLO....IN APRILE POSSO LIBERARLO.....
ORA LA MIA DOMANDA E': IO STO PIANIFICANDO UNA GRAVIDANZA...AVEVO LETTO CHE I RICCI NON PORTANO MALATTIE ...POI LEGGO IN UN POST DELLA TOXOPLASMOSI....MI DATE QUALCHE CONSIGLIO? GRAZIE DI CUORE

SILVIA
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 12:14 PM
Messaggio: #2
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ciao Silvia, benvenuta!
Intanto ti chiedo la cortesia din non scrivere in maiuscolo, rende la lettura molto difficoltosa.
il riccetto cresce? Hai una tabellina dove segni data e peso in modo da seguirne la crescita? La vet ti ha dato buoni consigli tranne uno, il riccio DEVE stare al caldo, non deve assoulutamente stare in semi letargo (cosa dannosissima!).
Devi fare alcune cose come: fare un esame delle feci, lo so che sembra sano ma l'esame va fatto, in tutti i modi.
Dove lo tieni? in uno scatolone?
Come alimentazione tendenzialmente va bene ma ci sono alcune cose da correggere: l'uovo una volta o gni 10 giorni, sempre cotto, in prevalenza carne rossa o bianca sempre scottata e mai maiale, la frutta e la verdura devono essere un 'contorno' non l'alimentazione principale e nemmeno metà della porzione di pappa.... le scatolette venno bene, anche se secondo me fa meglio un pò di trita scottata e risparmi una cifra.... la pappa va 50 gr alla sera.
Mi raccomando di non interagire con il riccio, mai pappa dalle mani, mai disturbarlo di giorno, mai parlare con lui o tenerlo in braccio..
Per quello che riguarda la toxo ne abbiamo già discusso e se vuoi la mia opinione è più facile prenderla da un affettato che da un riccio, sono animali un pò puzzoni (son selvatici) ma non sono sporchi soprattutto se passano un pò di tempo in casa, ma devi togliere le zecche e le pulci, ma per questo ci risentiamo quando ci dici quanto pesa adesso (di preciso) e come si alimenta...
A presto!

http://mondoriccio.myblog.it/

[Immagine: .png]

...Io non tremo.....
E' solo un pò di me che se ne va....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 12:52 PM
Messaggio: #3
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ah..un'altra piccola cosa ma importante, di dove sei? Lo potresti aggiungere l tuo profilo? così possiamo fare una 'mappatura' dei ricciofili! Gracias....

http://mondoriccio.myblog.it/

[Immagine: .png]

...Io non tremo.....
E' solo un pò di me che se ne va....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 03:00 PM
Messaggio: #4
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ciao Silvia! Benvenuta!
Come ti suggeriva Bradipa, il riccetto andrebbe tenuto al caldo perchè un letargo (o un semi-letargo) potrebbero indebolirlo e fargli perdere parecchio peso. Lui invece ha bisogno di crescere, soprattutto in vista della liberazione primaverile.
Se puoi, tienilo in una stanza tranquilla e poco rumorosa, con una temperatura superiore a 15 gradi. Puoi sistemarlo in uno scatolone con tante foglie secche, paglia, fieno, scottex, vecchi stracci di cotone (senza sfilacci), la ciotolina con l'acqua e quella per il mangiare. Non tenere lo scatolone vicino al termosifone altrimenti se il riccio ha caldo non può spostarsi, ok?
Un altro piccolo consiglio, non dargli la banana troppo spesso. Opta per la frutta fresca di stagione: mela, pera, caco, uva. Assoltamente da evitare: insaccati, mandorle, pane (e altri prodotti a base di farina), latte e derivati.
Le pulci e le zecche andrebbero tolte, ma se tu non te la senti (mi rendo conto che non è un'impresa facile armeggiare con le pinzette fra le spine irte di un riccio alla ricerca di quelle orribili bestiacce) puoi farlo fare alla veterinaria. Ti sconsiglio di usare antiparassitari tipo Frontl**e e simili, almeno fino a quando lo spinoso non sarà un po' cresciuto.
Se hai altre domande scrivi scrivi scrivi scrivi!
A presto

[Immagine: firmemoddebby.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 04:24 PM
Messaggio: #5
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ciao a tutti e grazie di avermi risposto....voglio tranquilizzarvi subito riguardo al fatto della temperatura della stanza dove tengo il riccio. E' una tavernetta, quindi non e' freddissima....la temperatura e' di circa 14 - 15 gradi...quindi lui non si addormenta come nel letargo fuori...di giorno dorme e a volte mangia...di notte fa il pazzo, fa la cacca ovunque, roverscia tutto quello che c'e' nella gabbia (molto grande, una villa per lui) e soprattutto mangia tutto quello che gli do !!! Diventera' un ciccione in aprile! Al giorno mangia: 1 cucchiaio di carne del gatto o altra carne, mezza mela, qualche fetta di banana o pera...a volte qualche crocchetta straordinaria ....Il mio riccetto sta benissimo, anche perche' la verterinaria che mi aiuta e' esperta in animali selvatici, vengono da tutte le citta' vicine perche' e' tra le piu' brave !! quindi mi sento proprio di fidarmi al 100% di quello che mi dice....alleva ricci feriti continuamente....
Per quanto riguarda il non interagire con lui siamo abbastanza bravi....Quando dorme non lo disturbiamo mai, ma se lo troviamo sveglio allora una carezzina scappa sempre (anche perche' ho 2 bimbi...e lo adorano...).
Vi ringrazio ancora tanto dell'aiuto e vi aggiornero' sul peso appena si sveglia !!

p.s. vorrei metere la sua foto nell'vatar ma non riesco a ridimensionarla....sigh!!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 04:55 PM
Messaggio: #6
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
ciao, la temperatura è al limite dell'accettabile, se la vet che ti ha consigliato di tenerlo in semi letrago è quella esperta siamo apposto! (ironico) quindi la temperatura deve essere un goccino più alta...di poco ma deve alzarsi...
il cibo non si misura in cucchiai, fette e simili, va pesato tutte le sere e un cucchiaio di carne è troppo poco, le proteine devono essere il suo alimento principale, altrimenti cresce con delle carenze ossee....
Ad esempio mezza mela è troppa, la banana come ha detto debby va data poco e la carne è troppo scarsa.
Dici che il tuo riccetto sta benissimo ma hai fatto un esame delle feci?
le interazioni non devono essere poche, devono essere zero, le carezze non vanno bene, mai farle, mai farci stare i bambini e nemmeno voi, il riccio deve stare da solo sempre, sia che dorma sia che sia sveglio (a maggior ragione quando è sveglio non vi deve vedere-sentire).

Non ci hai detto se hai una tabella con il peso.

Scusami se sono un pò diretta ma ne abbiamo viste di tutti i tipi qua sul sito ed un riccio è un impegno molto grande e serio. Le mie sembrano raccomandazioni assurde su piccolezze ma sono cose fondamentali nella cura di un riccio.

http://mondoriccio.myblog.it/

[Immagine: .png]

...Io non tremo.....
E' solo un pò di me che se ne va....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 05:11 PM
Messaggio: #7
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Scusami, non e' per fare polemica, ma se tu sei diretta allora lo saro' anche io....Tu sei un veterinario? O solamente una persona che ama gli animali e che fa del suo meglio per aiutali, come me?? E i ricci che vivono fuori a temperature sotto zero? Scusa, ma sono animali selvatici e sono abituati a stare fuori...il mio riccio si e' svegliato solo perche'aveva fame...non sta male....lo vedo, e' vivacissimo !!! E non farei ironia su una persona che neanche conosci, che ha un'esperienza con ogni tipo di strano animale ventennale e che salva animaletti di ogni tipo che stanno veramnete male....E' il suo campo, ci lavoraogni giorno 12 ore al giorno....non lo so, non basta? Mi dispiace, ma io non ti conosco...pensa che c'e' uno che scrive che i ricci devono mangiare salmone in scatola !!!!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 05:51 PM
Messaggio: #8
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Io sono diretta ma non polemica.
NO, non sono una vet ma ho visto ricci che stavano 'benissimo' morire nel giro di tre giorni, non accusare nessun tipo di malessere e poi essere trovati morti.
Certo i ricci stanno benissimo al freddo fuori ma il tuo sarebbe morto se fosse restato fuori, il fatto che ce ne siano centinaia che sopravvivono al freddo non significa che il tuo ce l'avrebbe fatta, senza di te che l'hai accolto sarebbe entrato in letargo e morto lì, è in casa tua proprio perchè ha necessità particolari.
Il salmone in scatola, quello al naturale ovviamente, gli fa benissimo, infatti mi ero dimenticata di dirtelo, sopperisce a non mi ricordo quale mancanza di una sostanza, sostanza che i ricci normalmente trovano in natura negli insetti che si mangiano.

Se scrivi qua e chiedi consigli io ti dico cosa mi ha detto la massima esperta di ricci in Italia: Marina Setti, questo è il suo cel: 3392942329, se la mia esperienza non ti basta chiama lei, vedrai che ti illuminerà meglio di me, mglio ore pasti perchè altrimenti è a lavoro e può non rispondere.

Per essere precisi era la mia frase ad essere ironica, non ho fatto ironia sulla competenza di questa vet, era solo per dire che se consiglia di mettere in semi letargo un riccio di 2 etti non ci deve aver azzecto molto visto che il semi letrago è molto dannoso addirittura per ricci adulti.

Ti consiglio un libro: 'Il riccio, ci sono anch'io' di Marina Setti.

http://mondoriccio.myblog.it/

[Immagine: .png]

...Io non tremo.....
E' solo un pò di me che se ne va....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 06:18 PM
Messaggio: #9
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Questo è un forum dedicato ai ricci, frequentato da persone che amano questi piccoli (e spesso indifesi) animaletti e li rispettano. Molti di noi, Silvia, si sono trovati nella tua stessa situazione, cioè con un riccio in casa da accudire e frequentando questo forum abbiamo imparato un sacco di cose. Qui ci sono persone che lavorano con i ricci da anni, veterinari e non, e credimi se ti dico che puoi fidarti.
Bradipa non voleva offendere la tua veterinaria però, effettivamente, tenere il riccio ad una temperatura da semi-letargo è veramente fuori luogo: il tuo riccio è sicuramente sottopeso e ha bisogno di mettere su un po' di ciccetta prima di tornare in libertà a primavera. Un semi-letargo lo costringerebbe a un dormiveglia stressante che lo debiliterebbe.
Ricorda inoltre che un riccio vivace non è detto che sia un riccio sano. I ricci tendono a mostrarsi attivi e vitali proprio per mascherare il loro malessere e non suscitare l'interesse dei loro predatori (un animale debole è una preda molto più facile da catturare). Per accertarti delle buone condizioni di salute del tuo piccolo amico potresti fare un esamino delle feci: basta raccogliere una cacchetta fresca di giornata, portarla al veterinario chiusa in un sacchetto o in una provetta e fare eseguire un'analisi delle feci in sospensione in modo da vedere la presenza di eventuali parassiti interni e/o uova.
Comunque, se preferisci parlare con la guru dei ricci in persona, una vera esperta che di ricci ne sa a pacchi, anzi a vagonate, contatta questo numero: 339 29 42 329.
Risponde Marina Setti, Biologa fondatrice del Centro S.O.S. Ricci di Reggio Emilia.
Hai fatto una bellissima cosa salvando il riccio e ospitandolo in casa tua! Ora non vanificare questa opportunità improvvisando; cerca di seguire i consigli degli esperti e, se non ti fidi, non esitare a fare domande, a scrivere, a esporre i tuoi dubbi, ecc. Noi siamo qui per aiutarti, lo facciamo volentieri!

[Immagine: firmemoddebby.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 06:33 PM
Messaggio: #10
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ciao Debbi....non sto improvvisando. Appena trovato il riccio ho immediatamente chiamato la veterinaria per sapere quello che dovevo fare....Comunque l'ho appena chiamata di nuovo perche' mi era venuto qualche dubbio....Il riccio di notte e' sveglio perche' mangia tutto, quindi non e' in letargo ....di giorno e' normale che dorma essendo notturno...Con che cosa togliete pulci e zecche? mi ha detto assolutamente no il frontline perche' e ' troppo forte come veleno....mi ha consigliato uno spruzzo di zizzec o neoerlan (non so se si scrive cosi')....Faro' esame feci....grazie e ciao
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 07:16 PM
Messaggio: #11
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
ciao silvia,
benvenuta... sono giulia e mi occupo di ricci anche per professione, lavorando con il mio fidanzato in una clinica veterinaria che si occupa anche di loro...
allora, senza polemiche un po' di chiarezza: partiamo dal fatto che dei ricci sfortunatamente non si sa granche, perchè non ci sono studi mirati su di loro (non esiste, per farti capire, ancora un profilo ematico completo del riccio, se non uno ipotizzato, ma ci stiamo lavorando!) quindi non ho dubbi nel credere che alcuni vet si occupino di loro amorevolmente, ma a volte, proprio per la difficoltà di reperire informazioni, si fa qualche errore.
in italia c'è un cras, centro recupero animali selvatici specializzato in ricci. è a reggiolo, non tanto distante da te.il sito è http://www.sosricci.it e se ne occupa marina setti, biologa, di cui ho visto ti hanno segnalato anche il libro che ha scritto.
nel suo sito trovi alcuni consigli e anche i nostri recapiti perchè noi lavoriamo con lei.
tornando a noi... il riccio che hai trovato è davvero piccolo... probabilmente è nato in super ritardo... è necessario che NON faccia il letargo...e nemmeno un semi letargo, non si sveglierebbe più. i ricci devono infatti avere un peso di almeno 500 grammi minimo (altrimenti la riserva di grasso non sarebbe sufficiente a garantire la sopravvivenza al letargo, che per questi ricci si trasformerebbe in una sorta di eutanasia)
deve stare quindi ad almeno 17/18 gradi.
capisco che i bambini ne siano terribilmente attratti, ma il riccio è fauna selvatica protetta a tutti gli effetti, come se trovassimo un capriolo o un allocco. non è possibile detenerlo se non dietro autorizzazione di enti qualificati e in caso di effettiva necessità (come quello che hai tu). però per il bene del riccio spiega ai tuoi figli che ci sono animali che possono essere toccati, quindi tutti gli animali domestici, e animali che non devono essere toccati, per il loro bene. sarebbe molto pericoloso, che una volta fatto il reinseimento in natura, il riccio fosse imprintato.
veniamo al riccio...
200 grammi dicevi... sono pochini... deve essere stato a lungo senza mangiare.sarà molto debilitato. che forma ha? sembra strano, ma può essere fondamentale... è allungato? il tuo riccio è un paziente critico molto a rischio, non lo dico per farti paura, ma perchè avendo dei bambini è giusto che tu lo sappia, anche perchè i ricci purtroppo fingono benissimo e quando visivamente stanno male... purtroppo spesso è troppo tardi.
la cosa che penso è che o è andato in letargo per un po', pur non avendo raggiunto il peso e per fortuna si è svegliato per la fame e per stra fortuna ha trovato te oppure è un piccolino che ha continuato a girovagare, ma mi sembra difficile...
argomenti belli, di quelli che danno soddisfazione (soprattutto quando ne hai 16 in degenza come me) come sono le cacche?
sembra sciocco, ma è molto importante.
altra cosa: in natura i ricci sono spesso pieni di parassiti interni, che si trasformano in bronchiti o polmoniti o altre simpatiche patologie. non sono trasmissibili. però sono debilitanti. è necessario che sia fatto un esame delle feci in sospensione per verificare la salute del riccio e se fosse negaticvo rifarlo dopo una decina di giorni.
per l'alimentazione: tutto ok quel che fai, in generale deve essere più carne che altro. e dato vhe pesa 200 grammi... possiamo essere un pochino generosi con le dosi... 50 grammi al giorno...almeno
il riccio che hai tu è molto debilitato. controlla se è necessario un antiparassitario, altrimenti lo eviterei. noi non usiamo quei prodotti che hai scritto, anche se il frontline non è tossico come dici, ma va usato in dosi molto piccole, solo se strettamente necessario e soprattutto spruzzandolo su un pennello e spennellando il riccio (non deve respirarlo, cosa che ovviamente avviene con la nebulizzazione)
spero di essere stata chiara, non esitare a chiedere altre cose. a presto!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 07:22 PM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 07-02-2009 09:55 AM da pesk.)
Messaggio: #12
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ciao Silvia, benvenuta! Icon_biggrin
Hai fatto benissimo a prendere il riccetto con te perchè è decisamente sottopeso per la stagione e sarebbe morto se rimaneva fuori.

In linea di massima una temperatura sui 15°C potrebbe anche andar bene, anche se un paio di gradi in più sarebbero opportuni. Bisogna verificarlo tenendo d'occhio il comportamento del riccio. Controlla che si svegli e mangi tutte le notti, che sia vispo e attivo e non lento e letargico. Se dovessi accorgerti che a volte non si sveglia e non mangia dovrai innalzare subito la temperatura nella taverna o spostarlo in un ambiente più caldo, perchè bisogna evitare sia che entri in letargo stabile (non ha un peso sufficiente per affrontarlo) sia che entri in quella condizione di semi-letargo di cui parlavano Bradipa e Debby, che è dannosissima perchè stressa moltissimo il fisico e il sistema immunitario del riccio.

Come cibo dagli circa 50 grammi al giorno o poco più, con prevalenza di carne (pappe umide o crocchette per gatti, carne scottata con esclusione degli insaccati e della carne di maiale). Alla carne puoi aggiungere un po' di frutta con esclusione di mandorle nocciole, poco uovo cotto ogni tanto, poche verdure cotte.

Non dare MAI latte e latticini, insaccati e carne di maiale, mandorle e nocciole.

Il riccino che hai trovato dev'essere arrivato all'inizio della stagione fredda con un peso un po' al limite, nei mesi scorsi ha consumato molte delle sue risorse e adesso ha bisogno di risollevarsi. Per questo ti raccomando di:
- far analizzare le feci del piccolo alla ricerca di parassiti, preferibilmente in sospensione perchè così il risultato è più attendibile, e una volta avuto il risultato prima di intraprendere qualunque cura consultare telefonicamente Marina Setti di SOS ricci (339 2942329) o Giulia della clinica veterinaria del Dott. Mangiagalli di Milano (339 7020719, utente lagiuli del forum) riguardo a medicinali e dosi più opportuni
- ogni tanto aggiungere al cibo un pizzico di Korrektor crescita (integratore di sali minerali) e un paio di gocce di Betotal sciroppo vitaminico
- pesare il riccio una volta alla settimana e controllare che cresca di circa 10 grammi al giorno.

Per zecche e pulci sulla base di quanto verificato da SOS ricci ti consiglio di dare al piccolo una o due gocce al massimo di Advantage del tipo per cuccioli, che è efficace e in queste dosi non è dannoso per un riccio di quel peso. Non conosco i prodotti indicati dalla tua veterinaria, e non li userei se non dopo aver verificato con Marina Setti di SOS ricci che vadano bene e in che dose somministrarli.

Teniamoci in contatto, non esitare a consultarci per qualunque dubbio! Inoltre se per qualunque motivo non potessi o non volessi più tenere il riccio tieni conto che possiamo organizzarci per farlo arrivare a un volontario o a SOS ricci. Nel caso posso occuparmene anch'io, sono di Reggio Emilia e quindi abbastanza vicina a te.

A risentirci, ciao!
Icon_wink Francesca

[Immagine: Dq6o8PH.jpg]
... vieni a trovarci anche sulla nostra pagina facebook!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-02-2009, 10:23 PM
Messaggio: #13
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ciao, sei stata chiarissima...anche la mia veterinaria e' esperta in fauna selvatica, non e' una di quelle che fanno perlopiu' cani e gatti...io abito nella zona di Bologna, forse la conosci, sono in due, molto ricercate...Cmq, veniamo al riccetto. Sono scesa a vederlo poco fa e aveva mangiato la frutta e l'uovo strapazzato...quindi si sveglia anche di giorno...gli ho messo nella gabbia una scatoletta intera da 80 grammi (ups, forse e' troppa) di carne per gattini Hill's e gli ho lasciato la frutta che non avev finito...La sua forma drei che e' tondina, sembra cicciotto per capirci....La cacca e' marrone, fatta a tubini, soda. Solo stasera in mezzo a quelle normali ne ho trovata una verdina. L'ho anche pesato e pesa 290 grammi....quindi in 8 giorni ha preso 70 grammi....buono no? L'unica cosa e' che quando l'ho preso per pesarlo, aveva una bollicina al nasino, tipo quando sei raffreddato....forse perche' dormiva? Quando dicevo che i bimbi gli fanno una carezza...non e' che lo tengono 20 minuti...e' proprio una cosa velocissima, una carezza sulla schiena di 1 secondo...anche perche' lui fa la pallina....Ho notato invece che con me si apre anche se ce l'ho in mano...solo quando siamo da soli io e lui....ma come devo fare? Quando pulisco la gabbietta o quando lo peso devo per forza toccarlo....e' un attimo, ma lui si srotola...Non gli ho ancora dato l'antiparassitario perche' ho paura che gli faccia male...La veterinaria mi ha detto solo uno spruzzo dietro la schiena e lontano dal musetto...e che gli fanno piu' male i parassiti...Domani trovero' il coraggio di farlo...Non vedo l'ora di liberarlo questo essere spinoso....

Grazie di tutto, Silvia
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
07-02-2009, 09:49 AM (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 07-02-2009 09:58 AM da pesk.)
Messaggio: #14
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
In breve:
- di uovo dagliene davvero poco e raramente, perchè è pesante per il suo fegato
- non eccedere i 50/60 grammi di cibo al giorno
- dagli da mangiare solo una volta al giorno la sera, se proprio vuoi lasciagli solo poche crocchette e acqua nel caso si svegliasse durante il giorno
- le feci verdi possono essere indice di parassiti molto insidiosi, i coccidi
- la goccia al naso è tipica dei ricci e quasi sempre dovuta ad altri parassiti, la capillaria aerophyla
- come antipulci dai una o due gocce al massimo di Advantage del tipo per cuccioli, della cui non-nocività siamo sicuri, e nessun altro prodotto... rischi davvero di avere brutte sorprese se dovesse rivelarsi non adatto a un riccio!

Fai l'analisi delle feci prima possibile, dopodichè anche se la tua veterinaria è esperta di selvatici ti raccomando di consultare Marina o Giulia, perchè lavorando da anni con i ricci sono davvero espertissime e affidabili. Non pensare che siamo paranoiche...! E' che solo qualche mese fa un riccio accudito dalla Michela (creatrice di questo sito) ci ha quasi lasciato la pelle per il sovradosaggio di un medicinale che era stato prescritto da una veterinaria esperta, che segue da anni i ricci che soccorre Michela. La vet non si era sbagliata, era in buona fede e convinta della dose che aveva prescritto... che però era doppia di quella raccomandata dal veterinario del centro SOS ricci! Il riccio è stato molto male per parecchi giorni, poi per fortuna si è ripreso.

Raccomando quindi sempre, per essere sicuri di non sbagliare, di consultare chi ha un'esperienza specifica e consolidata sui ricci come Marina e Giulia. Ciao! Icon_wink

[Immagine: Dq6o8PH.jpg]
... vieni a trovarci anche sulla nostra pagina facebook!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
07-02-2009, 11:15 AM
Messaggio: #15
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Quoto Pesk, feci verdi e goccia al naso non mi fanno pensare a nulla di salutare....
Quando sei dalla vet (o anche prima) chiama Marina o Giulia e non far fare nessuna terapia senza la loro approvazione, anche i vet in buona fede possono fare danni...

http://mondoriccio.myblog.it/

[Immagine: .png]

...Io non tremo.....
E' solo un pò di me che se ne va....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
11-02-2009, 04:52 PM
Messaggio: #16
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ciao Silvia, hai fatto poi l'esame delle feci?

http://mondoriccio.myblog.it/

[Immagine: .png]

...Io non tremo.....
E' solo un pò di me che se ne va....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-04-2009, 10:20 AM
Messaggio: #17
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Buongiorno silvia, come sta il tuo riccetto?
quanto pesa ora?
mi sono persa dove vivi... capisco la tua voglia di ri-liberare lo spinoso velocemente, ma .. bisogna aspettare il momento giusto!
nel senso... o ci trasferiamo tutti da aiko (!) che abita a brindisi, e ha già insetti in abbondanza, oppure se abiti nel centro/nord italia bisogna ancora aspettare, purtroppo.
ma ci sono ancora troppi rischi di sbalzi di temperatura, soprattutto dirante la notte, periodo in cui è normale che i ricci vadano in giro, mentre di giorno, come ben sai, dovrebbero dormire.
il tuo riccio è stato trovato con un peso veramente irrisorio, povrino...
probabilmente era un piccolo che aveva consumato davvero tutto durante il letargo.
è già stato molto debilitato, fai lentamente per il rilascio...
anche se l'hai trovato all'aperto (e ipoteticamente era autosufficiente) è necessario per lui una fase di riabilitazione, in cui devono ri.imparare a cacciare... e a non trovarsi la pappa nel piatto.
se puoi farla tu meglio, altrimenti puoi appoggiarti a marina, se ha spazio e poi lo riliberi tu nel tuo spazio...
che ne dici?
mi raccomando fagli fare un analisi delle feci e cerca di restituirlo alla natura nelle migliori condizoini fisiche e senza parassiti!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-04-2009, 10:34 AM
Messaggio: #18
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Come avrai capito, Silvia, ho riferito a Giulia (che è la persona che ti consigliavo di chiamare) i ragionamenti fatti via e-mail.

[Immagine: Dq6o8PH.jpg]
... vieni a trovarci anche sulla nostra pagina facebook!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-04-2009, 10:50 AM
Messaggio: #19
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
pesk Ha scritto:Come avrai capito, Silvia, ho riferito a Giulia (che è la persona che ti consigliavo di chiamare) i ragionamenti fatti via e-mail.

Ciao a tutte !! Mi sembra doveroso informarvi che ieri, dopo una lunga passeggiata nel bosco, il mio riccetto e' tornato in liberta' ! Ha annusato intorno un attimo e poi e' partito a razzo verso una pista che sembrava conoscere bene. Adesso pesa 700 gr. ed e' senza pulci e zecche. Ho la cacca in una provetta...ma il riccio non c'e' piu'....Spero tanto che torni a trovarmi....Saro' scema, ma gli ho messo la sua casina dove ha dormito questi due mesi sotto ad un cespuglio...Un saluto a tutte e grazie per l'aiuto.

Silvia
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-04-2009, 02:22 PM
Messaggio: #20
RE: NATURALMENTE...HO TROVTO UN RICCIO
Ciao Silvia!
Scusa, ma quindi il tuo riccio non ha fatto la riabilitazione? O mi sono persa qualcosa io... Icon_sad

[Immagine: firmemoddebby.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

Contattaci | Hedgehogs | Torna all'inizio della pagina | Torna al contenuto | Modalità archivio | RSS Syndication