Il sito dei ricci

Versione completa: RICCIO CHE DORME SEMPRE
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
Ciao a tutti,
scusatemi ma non so bene come funziona il forum :-)
ma ho un problema (almeno credo)
ho trovato ieri due piccoli ricci di 90 grammi circa, e li sto nutrendo col latte di capra e un po di A/D e una goccia di vitamina B (non riesco a trovare Esbilac con le feste...) uno è molto vivace ma l'altro dorme sempre, e si sveglia solo per mangiare... no nmi preoccuperei, ma ieri era molto più attivo: addirittura è riuscito ad uscire dalla sua scatola da solo!
Inoltre, le loro feci sono acquose: sembrano proprio una pozza d'acqua con al centro le feci (verdi)
qualcuno sa dirmi qualcosa? domani è festa e non so a chi chiedere...
grazie ancora
buonasera...
innanzi tutto pesa accuratamente i ricci...90 grammi circa non è attendibile: il peso è la prima informazione che possiamo avere per sapere se le cose procedono per il verso giusto:
dovrebbero aumentare circa 10 grammi al giorno (da qui l'importanza dell pesata, sempre alla stessa ora, e comunque alle stesse condizioni , prima della pappa..)
poi...
dici 90 grammi...
ma ... che colore sono?
occhi aperti?
orecchie aperte?
scusa le 1000 domande, ma è per capire bene se sono dei sottopeso o no.
di solito lo svezzamento si inizia quando hanno i dentini fuori. che vuol dire pelo folto, orecchie e occhi aperti e vitali.
eviterei l'a/d al momento e userei solo il latte di capra, in attesa di esbilac.
altra cosa fondamentale: devono stare al caldo. mettili in una scatolina e sul fondo per metà una boulle dell'acqua calda. tutto coperto da scottex in abbondanza.
la boulle devi cambiarla ogni 2/3 ORE anche adesso che fa caldo.
i ricci devono essere alimentati ogni 2,5 ore, e finche non aprono gli occhi anche di notte. quando apriranno gli occhi l'ultima POPPATA all'una e la prima alle 7.
devono mangiare ogni giorno circa il 20% del proprio peso, suddiviso in piccoli pasti,
devono sempre sempre sempre essree stimolati prima e dopo il pasto per la produzione di feci e di urine.
le feci verdi sono tipiche del latte.
se hai bisogno ti lascio il mio numero, chiama pure 339 7020719 a presto.
grazie dell' aiuto: rispondo a tutto, ero molto in ansia :-)
uno dei due pesa 92 grammi, l'altro 94 (quello che dorme sempre)
ieri li ho pesati ma il risultato non era attendibile perché la bilancia non era digitale :-/
la pelle è nera e gli aculei scuri con le punte bianche, occhi aperti.. orecchie non saprei... se aperte significa "a sventola" no :-)
li ho già messi in una scatola con la borsa dell' acqua calda, stanotte l'ho messa molto calda e l'ho lasciata per 6 ore senza cambiarla: posso rifare così o meglio cambiarla? (ho messo anche molte maglie vecchie, così si mettono come meglio credono...)
gli occhi sono aperti e gli do il latte ogni tre ore (l'ultima all'1 e la prima alle otto, ora farò alle 7 però!!)
mangiano 6 pasti da 4 ml ognuno, bevendo dal cucchiaino. aggiungo una volta al giorno una goccia di Betotal, basterà?
non li ho mai massaggiati, anche perché non si lasciano tenere in mano, e fanno la cacca dal primo cucchiaino di latte che hanno bevuto, perciò ho pensato che non fosse necessario: massaggio ugualmente?

ho fatto più domande che risposte, ma non so veramente a chi chiedere in questo periodo.

Dimenticavo di scrivere che siamo (siamo io e mia cugina) di Civitanova, provincia di Macerata.
Ciao Silvia Tea!

Adesso hai una bilancia attendibile?
Se si come ti ha detto Giulia pesali sempre alla stessa ora ed alle stesse condizioni (prima della pappa).

Se sono già in grado di fare i loro bisognini da soli è positivo, non mi esprimo sull'utilità di un tuo massaggio anche in questa condizione, aspettiamo le esperte!

Quello che mi sembra importante dirti è di fare attenzione alle maglie che metti nella loro cuccia, attenzione che non possano sfilacciarsi, un utente ha avuto una brutta esperienza con il riccio che ha ospitato che è riuscito ad attorcigliarsi il filo intorno ad una zampetta al punto che dopo qualche tempo ha perso l'arto.
Non per fare allarmismi quindi, ma preferisci carta da cucina e maglie preferibilmente di cotone o comunque tessuto che non possa sfilacciarsi o che possa far rimanere il riccio incastrato con gli aculei (maglie di lana a maglia larga per esempio).

Da come descrivi il riccio sembrerebbe un cucciolo, ti allego un immagine che ho preso dal sito SOS Ricci che, se già non l'hai fatto, ti consiglio di visitare http://www.sosricci.it

[attachment=943]

Tra i contatti c'è il numero di Marina Setti, responsabile del centro, che si occupa e soccorre da molti anni i ricci, trovi anche il numero del dott. Mangiagalli che è un vet esperto in ricci ed è il fidanzato di Giulia (utente Lagiuli) che ti ha già lasciato il proprio recapito, se hai bisogno dunque non esitare a contattare, dai una lettura al sito nelle varie sezioni, troverai anche la discussione di un'utente che è alle prese con un riccio davvero piccino

http://hedgehogs.altervista.org/forum/sh...p?tid=1273

magari può aiutarti a risolvere qualche dubbio.

Aggiornaci sul peso e le condizioni dei tuoi piccoli ospiti e...buon lavoro Icon_wink
Ciao Silvia, ciao Tea!
Benvenute sul forum dei ricci, qui siete nel posto giusto e troverete sicuramente tanti consigli utili e tante persone che sapranno aiutarvi nel difficile compito di crescere due riccetti! Ma come e dove li avete trovati?
La boulle dell'acqua calda sarebbe bene cambiarla con una certa frequenza perchè i ricci così piccini possono entrare facilmente in ipotermia, il che sarebbe un bel disastro... Avvolgete sempre la borsa dell'acqua calda con degli stracci di cotone o con un panno in modo che i piccoli non si scottino le zampine se ci salgono sopra. Una piccola raccomandazione sugli stracci: utilizzate solo quelli senza sfilacci per evitare che i ricci rimangano impigliati ed evitate anche i maglioni a trama larga... come avrete capito, i ricci sono degli incredibili pasticcioni e si incastrano dappertutto.
Se bevono già dal cucchiaino è un buon segno, magari fra qualche giorno potrete cominciare a somministrargli la pappa da piccoli tappi di plastica con i bordi bassi.
Anche il fatto che facciano la cacca e la pipì da soli è una buona cosa. In questo caso penso che il massaggino non sia strettamente necessario, ma se vedete che non defecano/urinano cominciate a stimolarli, ricordandovi di bagnarvi leggermente le dita con olio di mandorle o d'oliva per non irritare il delicato ventre dei piccoli.
Per il Betotal sentiamo la Giuli, io non so dirvi se 1 goccia al dì è sufficiente o meno...
Ah dimenticavo, all'interno della scatola in cui alloggiano potete inserire anche qualche foglio di scottex: i ricci adorano infilarcisi sotto e poi è utile anche per assorbire i loro profumatissimi bisognini! Icon_wink Mantenete sempre la scatola pulita, ok?
Buona giornata!

PS: Ordinate al più presto l'Esbilac in polvere in farmacia (arriva in giornata o al massimo il giorno dopo) e procuratevi anche dei semi di finocchio per preparare il decotto in cui andrà sciolto il latte in polvere.

PS2: Io conosco Civitanova, anzi ci sono passata proprio ieri e forse tornerò a luglio per le ferie. Bei posti, davvero!
Tam, scusa! Praticamente ho riscritto le stesse cose che avevi già detto tu ma ho visto il tuo post solo dopo aver pubblicato il mio! Va beh, ripetere le cose non fa mai male!
(02-06-2009 10:47 AM)Debby Ha scritto: [ -> ]Tam, scusa! Praticamente ho riscritto le stesse cose che avevi già detto tu ma ho visto il tuo post solo dopo aver pubblicato il mio! Va beh, ripetere le cose non fa mai male!

Figurati Icon_biggrin

Come giustamente dici ripetere non fa mai male senza contare che tu hai una certa esperienza in riccini Icon_wink
Ciao a tutti,
grazie per l'aiuto che ci date-darete: ho letto il forum e ho visto che siete tutti gentilissimi!

Il primo riccio l'abbiamo trovato sull'orto, mentre pioveva (sono 4 giorni che piove ininterrottamente qui) poi, la dott. Marina ci ha detto che probabilmente c'erano altri piccoli, perciò abbiamo cercato per tutto il pomeriggio (sotto la pioggia!) ma ne abbiamo trovato soltanto un altro, purtroppo...
Hanno bevuto subito dal cucchiaino, perciò ci siamo un pò tranquillizzate, gli abbiamo anche dato dei nomi (Marco e Divio) perché sembrano due maschietti.
Ve li presentiamo con due foto, un pò sfocate: abbiamo messo vicino a loro un barattolino di correttore per farvi capire le dimensioni :-)

Fanno cacca e pipì anche senza bisogno di massaggi, però Divio la fa deve dorme, (è quello che dorme sempre!) senza nemmeno alzarsi, così si trova a dormire a contatto con la sua pipì! avete suggerimenti?

p.s.
Debby, qui ci sono bei posti, ma in questi giorni sarai venuta in canoa!! Icon_lol
ARGH!!!
ho visto solo ora che uno dei due riccetti si gratta!
come farebbe un cane, con la zampetta posteriore...
io ho dato un'occhiatina per vedere pulci o zecche, e non ho visto niente.
magari non ci ho fatto caso, che facciooo?
Che amori Marco & Divio, sono veramene stupendiiiiiiii!!
La dottoressa Marina di cui parlate è Marina Setti del centro SOS Ricci di Reggio Emilia?? Se sì, siete in ottime mani!

Per il fatto che Divio fà pipì dove dorme... L'unica cosa che posso consigliarvi è questa: procuratevi delle scatole di plastica (si trovano all'Ikea, nei negozi di ferramenta, nei Brico Center...) e tappezzate il fondo con uno strato di paglia ricoperta da scottex. Quando i riccini sporcano rimane tutto sullo scottex; la paglia assorbe efficacemente gli odori e trattiene la pipì. In questo modo basterà eliminare lo scottex e la paglia bagnati, passare una spugnetta inumidita sul fondo della scatola per pulirla e aggiungere altra paglia e altro scottex. Gli scatoloni di cartone invece si impregnano subito di escrementi, poi puzzano e non sono molto igienici (quando sono sporchi ed emanano un cattivo odore attirano subito le mosche).
I contenitori in plastica al contrario si possono pulire e riutilizzare infinite volte.
Per cercare di far capire al dormiglione che la pipì non si fa nel letto Icon_lol provate a mettere in un angolino della scatola una specie di lettiera fatta da: striscioline di scottex/carta igienica, paglia, fieno, grossi trucioli di legno. Con la mia riccetta ha funzionato... per un po'! Icon_razz
Per prima cosa, se hai anche il minimo sospetto che uno dei riccetti abbia le pulci (o le zecche o i pidocchi), separalo subito mettendolo in un altro scatolone!
Le pulci sono antipaticissime e tendono a nascondersi fra la peluria del ventre. Prova a fare così: metti il riccio su un piano trasparente, coprilo con una scatola da scarpe per indurlo a "sricciolarsi" e quando è aperto guarda sotto e controlla se ha le pulci.
Dai un'occhiata generale a tutto il corpo del riccio e se individui qualche pulce eliminala utilizzando un paio di pinzette.
Le zecche sono più facili da inviduare ma più difficili da togliere. Se ne vedi una, cerca di afferrarla con le pinzette, ruotala piano piano in senso orario ed antiorario e strappa decisa.
Mi sa che è presto per somministrare un farmaco antiparassitario, i riccini sono ancora troppo piccoli...
Però non è detto che se il riccetto si gratta ha sicuramente le pulci. Magari era solo un leggero prurito, come può capitare anche a noi... speriamo!
Ciao Silvia e Tea, benvenute a voi e ai due piccolini! Icon_biggrin

Per questa storia del prurito sentite Marina o Giulia: con riccini così piccoli bisogna andare davvero piano con eventuali antiparassitari, è meglio evitare di usarli se l'infestazione non è davvero massiccia (che penso sia il vostro caso visto che non avete notato pulci).

Vi consiglio di guardare ancora in giardino... i riccini sono abbastanza grandi, se ci sono altri fratellini là fuori potrebbero essere ancora vivi nonostante un paio di giorni di digiuno.

Contate pure su di noi, raccontateci quello che fate e i progressi dei piccoli e non esitate a chiedere aiuto per qualunque cosa; vi guideremo passo passo fino al momento di liberarli, cosa che andrà fatta solo dopo un periodo di riabilitazione alla vita selvatica. In vista di questo obiettivo maneggiateli il meno possibile in modo che non prendano confidenza con le persone. Per quanto sia difficile... niente coccole! Icon_wink

A risentirci, ciao!
Francesca
Mannaggia!
non riusciamo a trovarne nemmeno uno: Domenica abbiamo cercato davvero per ore, fino a notte... e non ho solo un orticelli: c'è la campagna qui... però ho visto che hanno un ottimo olfatto, potrei mettere del cibo vicino ai posti dove c'è vegetazione più intricata (c'è un mucchio di rami, resti delle potature, che è li da quasi due mesi...) e vedere se si avvicinano?

ma esiste un predatore che si mangia i ricci?

per le pulci, farò come dite, speriamo bene. Li abbiamo già messi in due contenitori di plastica separati, perché sembrava che uno infastidisse l'altro..

Icon_biggrin Marco è appena uscito dal suo "secchio" non si ferma mai: annusa sempre tutto e vuole girovagare per casa... forse non è Divio che dorme troppo, ma Marco che è un terremoto!!
I predatori dei ricci sono: il tasso, la volpe e i grandi rapaci (gufo, poiana, falco...).

L'idea di mettere del cibo per attirare i ricci è perfetta. Potete mettere nell'orto uno scatolone rovesciato in cui avrete praticato un foro per permettere ai riccetti di entrare. All'interno dello scatolone inserite una ciotolina con i bordi bassi piena di latte Esbilac o, finchè non avete l'Esbilac, latte di capra. Poi state a vedere, magari arriveranno gli altri riccini...

Io eviterei di far passeggiare i riccetti per casa:
per prima cosa, abbiamo detto che uno potrebbe avere le pulci e si sa, le pulci depongono un sacco di uova;
secondo, i piccoli ricci si raffreddano velocemente e se entrano in ipotermia smettono di mangiare;
terzo, un appartamento non è l'habitat ideale per un riccio che potrebbe rimanere incastrato dietro ai mobili, sotto il divano, ecc rischiando di farsi male.
Un riccio non è un animaletto da compagnia ed è bene non farlo abituare troppo alla nostra presenza, soprattutto in vista di un possibile reinserimento in natura. Maneggiateli giusto il minimo indispensabile (per nutrirli, pulirli ed eliminare eventuali parrassiti) e stop.
Niente uscite diurne in giro per la casa almeno per ora (anche perchè i ricci sono animali notturni).
Scusate se rompo, ma gli animali selvatici e soprattutto i cuccioli sono veramente delicati e basta poco per "rovinarli" (per esempio imprintandoli e costringendoli così ad una vita da reclusi).
non ti preoccupare: hai ragionissima :-)
non li faccio uscire, di norma, ma Marco esce da solo, ora gli ho messo un secchio più alto, così non ci riuscirà più.
e non li tocco mai, se non con guanti o con uno straccio: non voglio che si abituino a me... in generale penso che gli animali quando si affezionano all'uomo diventino come "dipendenti" e non mi piace (a parte il gatto) quindi cerco sempre di liberarli, a meno che non siano malati...

ma se i riccetti vanno in ipotermia e non mangiano, che ce lo metto a fare il mangime sull'orto?... non so se funzionerà, io intanto lo metto... magari con una scatola di plastica, dato che bisogna veramente nuotare là fuori...
così dò anche un'altra occhiatina.... ma so che c'è una poiana qui fuori, vola sempre sopra casa mia (specialmente ora che i miei vicini lavorando sul tetto hanno scoperto moltissimi nidi Icon_cry ) e penso che sia arrivata prima di me.
Bravissime per tutto quello che state facendo e per l'impegno che ci mettete! Mi complimento con voi!
Fai bene ad usare sempre i guanti e ti ammiro molto quando dici che non vuoi che i riccini si abituino a te e che desideri liberarli.
Diciamo che quando i ricci entrano in ipotermia non smettono di botto di mangiare, ma entrano in uno stato di torpore e piano piano smettono di nutrirsi. Poi ci vuole un po' per ristabilire la situazione...
Anch'io non so se lo stratagemma del cibo sotto lo scatolone nell'orto funzionerà, ma gli altri due riccetti li avete trovati domenica e oggi è "solo" martedì pomeriggio... magari ce l'hanno fatta e sono affamati. Sempre che la poiana.........................................
è che c'è quel mucchio di rami accatastati (è un mucchio enorme) e non so se sono stati in grado di entrare li dentro... abbimo provato a spostarne circa la metà (e ho sollevato i rami lungo tutto il perimetro del mucchio) e mi è sembrato che li sotto fosse così umido e stretto che ho pensato che non fosse possibile... anche perché i due li ho trovati in superficie, non in posti complicatissimi Icon_neutral e poi io non mi rendo conto di come possa fare la fatica di andarsi a cacciare lì in mezzo un piccolo di 20 giorni al massimo... non so proprio che fare.
ora provo con il latte... speriamo bene, lo metto li vicino.
grazie veramente dell' aiuto, riguardo i complimenti: mi sembra che qui li meritiate tutti quanti anche voi :-)
Guarda, i ricci possono infilarsi ovunque, quindi non è del tutto escluso che qualche fratellino sia andato a rifugiarsi sotto il cumulo di rami... facciamo un tentativo con il latte e stiamo a vedere se spunta qualcuno.
Se avete altri dubbi, domande, perplessità o problemi non esitate a scrivere e saremo tutti felici di potervi aiutare! Anche se avete bisogno di sostegno morale eh! So bene che quando si ha a che fare con animaletti così piccini e fragili si diventa subito paranoici e a volte potersi sfogare con qualcuno fa bene. Per qualsiasi cosa vi siamo vicini!
:-)
grazie... spero di imparare qualcosa, così potrò essere utile a qualcun'altro... ovviamente avremo bisogno di sostegno, anche morale!!
salve a silviaetea e benvenuteIcon_biggrin!Icon_biggrin
avete parlato di "secchio":eek:??? ma è abbastanza grande, vero, il posto dove "soggiornano" i vostri amici? scusate, i consigli ve li hanno già dati tutti, io vorrei solo essere sicura che i due abbiano un po' di spazio a disposizioneIcon_rolleyes.
altra cosa su cui purtroppo ho una lunga esperienza: le zeccheIcon_evil: vi consiglio di verificare, soprattutto nella zona ventrale se non ce ne siano. per quello che dorme sempre dipende: quando succede? solo di giorno? potrebbe essere solo una questione di carattere...mi viene da pensare che un esame delle feci potrebbe essere utile per capire se non ha dei parassiti. fateci sapere.Icon_rolleyes
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
URL di riferimento